Disconoscimento Paternità tramite DNA

Qualora si controverta in merito al rapporto di paternità, sia che si tratti di un’azione di accertamento giudiziale della stessa, sia che si tratti di un’azione per il disconoscimento, sarà indispensabile disporre una perizia al fine di procedere all’esame del DNA, così da eliminare ogni incertezza sull’oggetto del processo.

Diversamente, qualora sia invece necessario verificare l’idoneità genitoriale al fine di procedere all’affidamento, congiunto o esclusivo, dovranno intervenire altri consulenti, ad esempio per valutare lo stato di tossicodipendenza o dichiarare la sussistenza di patologie di natura psichiatrica, tutte cause che escludono la possibilità di un affido condiviso dei figli, in quanto il genitore non è nella possibilità psico fisica di occuparsene e di assumere nei loro confronti le responsabilità che gli si richiedono.

In ogni caso occorre farsi assistere dal proprio Avvocato competente in diritto di famiglia.

Riconoscimento Paternità di un figlio

Nell’ambito dei rapporti famigliari i tribunali non sono coinvolti soltanto per i procedimenti che riguardano i coniugi, bensì anche nei casi in cui ad esser messo in discussione sia il rapporto tra genitore e figlio, come nel caso in cui un giudice sia chiamato a decidere sulla paternità di un uomo nei confronti del presunto figlio, nei procedimento di accertamento giudiziale o disconoscimento della paternità, ovvero nel caso in cui si debba discutere su questioni di grande rilevanza riguardanti la vita del figlio, qualora i genitori o gli ascendenti non trovino un accordi.

Per quanto concerne i procedimenti volti all’accertamento dello stato di figlio, ad esser competente è il tribunale ordinario, cui potranno rivolgersi la madre, il padre, il figlio stesso se ha compiuto i quattordici anni, ovvero il pubblico ministero o un curatore speciale nel caso contrario; il disconoscimento non può essere chiesto da colui che ritenga essere il padre naturale.

Si tratta di azioni che trovano necessariamente soluzione nell’esame clinico del DNA, unico elemento idoneo a superare ogni incertezza su questo tipo di rapporto, benché, qualora il padre si rifiuti, possano intervenire anche altri mezzi istruttori, come le dichiarazioni testimoniali.

Compila il modulo per richiedere informazioni, 

Riceviamo solo su appuntamento.

  Roma, via Magnagrecia 39

  Ariccia, Largo Savelli 14

  Latina

  06 89346494 - 349 40 98 660
segreteria@studiobuccilli.com
www.studiobuccilli.com
x

 chiamaci 06 89346494 - 349.40.98.660 | invia emailsegreteria@studiobuccilli.com | assistenza sediRoma - Ariccia - Latina

UN AVVOCATO IN TUA DIFESA

x

Compila il modulo per una valutazione gratuita. 

Riceviamo solo su appuntamento.

 


Roma, via Magnagrecia 39

 Ariccia, Largo Savelli 14

  Latina

  06 89346494 - 349 40 98 660
segreteria@studiobuccilli.com
www.studiobuccilli.com